Home Canavese Città Salute Notizie Canavese Notizie dal Mondo Eventi Sport Localshop Lavoro Pronto Casa in Piazza Aziende in Affari
    Ricerche  Fai di Localport la tua home page
Previsioni Meteo 16/09/2014

Dal Canavese

[Alto Canavese] Uncem punta su una rappresentanza delle Terre Alte nella città metropolitana

[Ivrea] “100 mt colors” trasloca a Torino. Appuntamento sabato ai Murazzi

[Canavese] “Parla canavesano” il direttivo provinciale dei piccoli comuni

[Ivrea] “Libera...Tutti”, conoscere l’ambiente giocando

[Chivasso] “Provibus D”: bilancio positivo per il sevizio di trasporto a chiamata

[Canavese] Tempo di avvicendamenti in alcune parrocchie della Diocesi

[Romano Canavese] Conoscere la natura con il “Verde didattico nel Canavese”

[Cuorgnè] Tagli alle linee di trasporto: incontro tra Avetta e Pezzetto

[Noasca] Venerdì la Fiera autunnale del Bestiame

[Eporediese] “La mia idea di museo”: il concorso verso il gran finale

[Chivasso] Con l’Officina Culturale, laboratori teatrali per bambini e ragazzi

Tutte le notizie



Notizie espanso
Notizie dal mondo
Notizie Canavese
 La Redazione
 Categorie
 Tutte
 Attualità
 Economia
 Cultura
 Tempo libero
 Scuola
 Politica
 Sport
 Carnevale
 Cronaca
 Aree
 Tutte
 Eporediese
 Chivassese
 Calusiese
 Alto canavese
 Basso canavese
 L'edicola
Foto impressioni
Appuntamenti
Cinema
Musica
Teatro
Cultura



Politica - Montanaro - 03/03/2009
Marco Frola è il candidato di “Uniti per il cambiamento”
di Annarita Scalvenzo
Segnala ad un amico
Una lista di giovani, con alcune persone più mature di comprovata esperienza amministrativa e una sola donna: è questa in sintesi, la fotografia della lista civica “Uniti per il cambiamento”, che sosterrà il candidato a sindaco Marco Frola alle prossime consultazioni amministrative del 6 e 7 giugno.

Frola, giovane avvocato che nella passata amministrazione ha ricoperto l’incarico di Presidente del Consiglio, non ama sentirsi definito “delfino” di Antonio D’Ambrosio che nel luglio scorso ha deciso di lasciare la poltrona di primo cittadino a Montanaro, per andare ad occupare uno scranno in Consiglio regionale.

Una decisione che pesa ancora oggi e che è diventata l’arma preferita usata in campagna elettorale dagli avversari di Frola, che ribatte però con forza a tutte le accuse.

«Accetto volentieri questo ideale passaggio di testimone – ha detto Frola commentando l’intervento di D’Ambrosio durante la presentazione ufficiale della lista, avvenuta sabato mattina a Cà Mescarlin -, ma non voglio sentir dire che ‘Uniti per il Cambiamento ha fallito’: noi non abbiamo fallito nulla, perché la nostra amministrazione è riuscita a fare in soli 13 mesi molto più di quanto altre abbiano fatto in anni. Il nostro è un percorso che si è interrotto, ma il nostro programma rappresenta un progetto nel quale, al di là delle persone, crediamo profondamente».

Frola ha poi respinto anche ogni polemica legata all’appartenenza politica: «Alcuni nostri avversari, dipingono chi ha in tasca una tessera di partito come un demone: nella nostra lista ci sono sette persone tesserate su sedici e tutti gli altri si presentano come indipendenti. Non ricusiamo il nostro passato politico e credo sia migliore la nostra posizione rispetto a liste civiche di cui fanno parte persone che fino a ieri militavano in formazioni politiche contrapposte».

Frola ha poi annunciato la volontà di portare avanti un modo nuovo di fare campagna elettorale, di farla per il proprio programma e non sulla pelle degli altri. E forse, già sabato scorso abbiamo assistito ad una pre-alleanza fra due delle liste (per ora su un totale di quattro, ma ne è già in previsione una quinta per un totale di 5.500 abitanti) che concorreranno al governo del paese.

«Solo noi e un’altra lista – ha detto Frola -, siamo in grado di rappresentare il vero cambiamento per Montanaro», ed ha citato esplicitamente il suo avversario, Roberto Bena di “Montanaro Vivo”, che in occasione della sua ufficializzazione come candidato, gli ha fatto pervenire un biglietto di congratulazioni. «Molti punti di vista sul paese ci dividono – ha commentato Frola -, ma è uno fondamentale quello che ci unisce: il bene della comunità al di là di ogni posizioni politica».

Insieme a Frola sono 16 i candidati che si presentano per la carica di consigliere comunale: Giuseppe Boromei, ex sindaco accanto a D’Ambrosio, Roberto Bison, Massimiliano Cadeddu, Antonino Careri, Antonino Coscino, Giovanni Crisafulli, Ennio Vincenzo Favaro, Ruggero Gemmo, Luigi Giudici, Giorgio Mancin, Marco Montalto, Davide Nicola, Enrico Scammacca, Maria Tortorici, ex Assessore alle Politiche sociali, Giovanni Tua, Clemente Turini detto “Clem” e “Vivere per il presente, sognare l’avvenire, imparare dal passato” è lo slogan che hanno scelto per la loro lista.


Foto di gruppo per "Uniti per il cambiamento"


Marco Frola

Fatti aiutare da "LO" per cercare su Localport.it




Torna Indietro


Teatro
Sha Mat! la battaglia degli scacchi
Dopo il debutto nei Giardini della Reggia di Venaria,...
 
Cinema
Winx club: il mistero degli abissi
 
Vivi Torino
In consolle, la splendida dj Rebekah
Torino Swing Festival torna dall’11 al 14 settembre...
 
 Sport
Vai alla sezione Sport con tutti gli appuntamenti e le notizie sportive dell'area Canavesana
 Localshop
Vesco Valentino s.n.c
Macchine da giardinaggio: saldi tutto l'anno da Vesco a Mercenasco!

 Oggi
66° Prix Italia
l laboratorio dell'innovazione e' il titolo del 66° Prix...

 Gli Eventi dell'anno
In ordine di scadenza
Ivrea Estate
A piedi tra le nuvole
Mostra della Ceramica - 54° edizione


 
Chi è Localport - I nostri soci - Servizi Gratuiti - Per la tua pubblicità - Contattaci
Copyright © 2000- Localport S.r.l. - P.IVA 08005670016 - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata - Registrazione del tribunale di Ivrea n° 211 del 4 agosto 2001 - Associato ANSO